Cresce il settore della componentistica aeronautica in Marocco

Written by on 18 Gen 2017

Tribuna Economica

Nel corso del 2016, l’industria marocchina della componentistica aeronautica ha prodotto un fatturato complessivo di 838 milioni di euro, registrando una crescita del 12,5 % rispetto all’anno precedente. Tale tendenza positiva si conferma anche nel primo trimestre 2017 durante il quale, secondo i dati diramati

dalla GIMAS (Associazione marocchina delle industrie aeronautiche e spaziali), le esportazioni di settore sono cresciute del 15 % rispetto al periodo gennaio – marzo dell’anno scorso. La GIMAS ( www.gimas.org ) dichiara che la maggior parte delle esportazioni è costituita da aerostrutture e cablaggi. Tuttavia, si stanno sviluppando nuove attività nella filiera aeronautica in Marocco, come: l’assemblaggio, i sistemi elettrici (EWIS – Electrical Wiring Interconnect System), manutenzione, riparazione e revisione (MRO – Maintenance, Repair and Overhaul. Sono 120 le aziende di settore insediate in Marocco, tra cui : Bombardier, Airbus tramite il gruppo Stelia, Safran, Thales, Daher, e Matis Aerospace. Recentemente si sono aggiunte: Aerolia, STTS, Hexcel, Eaton, Latéocère, UTC Aerospace Systems, Altran, LTK, AGBM, Alcoa, Mikroma, Inovelec, ATCH, NSE Aero Maroc.

Un importante catalizzatore dell’industria della componentistica marocchina sarà nel prossimo futuro il distretto industriale annunciato da Boeing che, entro il 2022, dovrebbe raggruppare un centinaio di subfornitori del costruttore statunitense. Il settore della componentistica aeronautica, che occupa 11.000 addetti, contribuisce per circa il 5% sul totale delle esportazioni marocchine, con una crescita media del 18% negli ultimi cinque anni. Gli esperti prevedono che si svilupperanno nel Paese nordafricano nuove competenze nel trattamento dei materiali, la riparazione dei compositi, la fabbricazione di parti e componenti in leghe metalliche speciali. Tali nuove specializzazioni dovrebbero favorire, nei prossimi anni, ulteriori investimenti, con conseguenti benefici occupazionali nella filiera. Per il 2017, GIMAS conferma la dinamica positiva delle esportazioni di settore, che dovrebbe raggiungere il + 18 %. (ICE CASABLANCA)


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


MaditRadio (prova)

Current track
TITLE
ARTIST